Il WEBINAR del Cantiere

20 Novembre 2020 - 5 Marzo 2021 | dalle 20:30 alle 22:00

La Famiglia Comboniana lancia il Cantiere Casa Comune e propongono insieme “Nella stessa barca: verso un umanità plurale”

Un percorso di incontri quindicinali in modalità webinar (via zoom) per approfondire la realtà delle migrazioni con vari esperti/e, testimoni e attivisti/e a partire dagli spunti di Papa Francesco.

 

Al tempo della seconda ondata della pandemia il Cantiere Casa Comune apre le porte a tutte quelle realtà della società civile, del Terzo settore, dei movimenti popolari, dei gruppi religiosi ed ecclesiali, che non vogliono chiudersi nella paura e nella rassegnazione ma che anzi intendono allargare lo sguardo e rilanciare l’impegno per un nuovo modo di abitare la terra verso un’umanità plurale.

 

Un impegno civico, politico, spirituale e interreligioso che parte dalla realtà dei migranti, compagni e compagne di strada nella nostra vita di tutti i giorni, costretti a vivere spesso sulla loro pelle lo stigma del disprezzo, dell’esclusione e dello sfruttamento.

 

Alla luce dei cambiamenti in corso, non possiamo che augurarci una nuova stagione in materia di immigrazione: il nuovo decreto approvato dal Consiglio dei ministri è solo un primo, ma importante passo politico. La strada da percorrere è ancora lunga e ci auguriamo porti, come chiediamo con la campagna Ero Straniero, verso un superamento della Bossi-Fini attualmente in vigore. Non solo abbiamo bisogno di un ripensamento globale delle politiche migratorie, ma anche di una nuova legge sulla cittadinanza che possa considerare a pieno titolo cittadini/e del nostro Paese persone nate o cresciute qui da genitori stranieri.

20 novembre 2020 – CONOSCERE PER COMPRENDERE

 

CONOSCERE PER COMPRENDERE

La realtà migrante oggi in Italia e una lettura della nuova legge.
con  GESUALDI FRANCUCCIO e GIANFRANCO SCHIAVONE

Il webinar ha lo scopo di aiutarci a comprendere il quadro del fenomeno migratorio nel paese e si concentra su due versanti:
1. La realtà dei migranti oggi in Italia dentro un più ampio contesto europeo e mondiale mettendo in evidenza i quattro verbi di Francesco (accogliere, proteggere, promuovere e integrare) con le sfide e le ricchezze di tale dinamica sociale
2. La comprensione delle modifiche ai decreti Sicurezza all’interno di un impianto giuridico più ampio che fonda le basi ancora sulla legge Bossi-Fini

Gianfranco Schiavone è presidente dell’ICS, Consorzio italiano di Solidarietà, che si occupa del fenomeno migratorio della rotta balcanica e vice presidente dell’ASGI, l’associazione di studi giuridici sull’immigrazione. Esperto giurista, da anni si occupa di denunciare l’impianto giuridico italiano ed europeo profondamente ingiusto e discriminatorio nei confronti dei migranti e si impegna per l’accoglienza, l’assistenza e l’inclusione dei profughi che provengono dalla rotta balcanica.

Francesco Gesualdi è un attivista e saggista italiano. In gioventù fu allievo di don Lorenzo Milani alla Scuola di Barbiana, insieme al fratello Michele. Ha pubblicato vari libri e articoli riguardanti la negazione dei diritti umani, lo sfruttamento del lavoro minorile, il potere delle multinazionali, la crisi dell’occupazione, l’impoverimento a livello globale, il problema energetico, il debito del Terzo Mondo, l’inquinamento e la distruzione dell’ecosistema.

Promuove l’uso di strumenti come il consumo critico, la “non collaborazione”, il boicottaggio, il commercio alternativo, l’obiezione fiscale, la finanza sostenibile, le reti locali, la banca del tempo, lo sviluppo sostenibile, cercando in questo modo di favorire una rivoluzione degli stili di vita, della produzione e dell’economia. Ha coordinato numerose campagne di pressione nei confronti del potere politico e di multinazionali quali: Nike, Chicco/Artsana, Chiquita, Del Monte. Residente da molti anni nel pisano, utilizza tutto il suo tempo per coordinare e svolgere le attività del Centro Nuovo Modello di Sviluppo di Vecchiano (PI), un centro di documentazione che si occupa di squilibri sociali e ambientali a livello internazionale, con l’obiettivo di indicare le iniziative concrete che ciascuno può assumere, a partire dalla propria quotidianità, per opporsi ai meccanismi che generano ingiustizia e malsviluppo. Una sezione del Centro svolge attività di ricerca sul comportamento sociale ed ambientale delle imprese con l’obiettivo di fornire informazioni ai consumatori tramite guide cartacee e siti internet. Particolarmente sviluppata anche la riflessione su temi come la decrescita e l’economia stazionaria.

Abstact

Il ciclo di seminari online del Cantiere Casa Comune promosso dalla Famiglia com boniana, si inaugura con la riflessione di Francuccio Gesualdi (saggista e allievo di  don Milani alla Scuola di Barbiana) e Gianfranco Schiavone (giurista ASGI, esperto  in diritto dell’immigrazione) con la moderazione di p. Daniele Moschetti mccj.  

Il dialogo comincia con un inquadramento sociologico della figura del migrante da  parte di Gesualdi che sottolinea con forza la provenienza asiatica ed europea dei  migranti, contrariamente al comune sentire che mette sul banco degli imputati  l’Africa. 

Anche l’economia è stata messa sotto il riflettore dall’esperto che ha fatto ben no tare quanto i migranti contribuiscano in maniera non affatto indifferente al PIL dell’I talia. Non è mancato il riferimento all’attuale mancanza di personale sanitario nello  scenario pandemico (medici, infermieri e psicologi nella fattispecie), padre Moschet ti ha precisato infatti che ci sono più di settantamila infermieri, medici e sanitari  stranieri ma che purtroppo, per criteri meramente burocratici e amministrativi –  mancanza di passaporto italiano-, non possono partecipare attivamente.  Gianfranco Schiavone sposta l’accento sugli aspetti normativi mettendo in luce l’in sicurezza e la destabilizzazione sociale create dai decreti sicurezza (Salvini). Il  Giurista nell’offrirci il suo sguardo proiettato al futuro, prospetta l’importanza di un  sistema di accoglienza diffusa con particolare riguardo all’integrazione, che può es sere offerta grazie all’ausilio di nuovi centri che abbiano standard elevati; in questa  prospettiva non dovrebbe assolutamente mancare la centralità degli enti locali.  In conclusione i due esperti offrono all’uditorio virtuale due parole: convivialità  (Gesualdi) e responsabilità (Schiavone) che si armonizzano pienamente con i due  verbi protagonisti della serata, “conoscere” e “comprendere”. 

Copiosa è la partecipazione in remoto alla serata, con più di quattrocento presenze sui canali mediatici. 

04 dicembre 2020 – NARRARE LE MIGRAZIONI: TRA MANIPOLAZIONE E REALTÀ

 

NARRARE LE MIGRAZIONI: TRA MANIPOLAZIONE E REALTÀ

Con Luciano Scalettari e Padre Giulio Albanese

Il webinar ha lo scopo di aiutarci a comprendere le dinamiche delle narrazioni sulla realtà delle persone migranti da parte del mondo dell’informazione. A partire dagli studi sulla percezione del fenomeno migratorio in Italia analizzeremo gli scostamenti tra la realtà delle persone migranti e il modo di raccontarla che, in alcuni casi, diventano funzionali ad un modo distorto di fare informazione, ad una politica ridotta a propaganda, alla manipolazione delle coscienze e a criteri per legittimare un sistema giuridico in materia di immigrazione profondamente ingiusto e discriminatorio.

Luciano Scalettari lavora a Famiglia Cristiana dal 1992, attualmente vicecaporedattore. Dal 2013 é responsabile del desk Solidarietà e Pace del settimanale. E’ stato inviato speciale, e si occupava del Continente africano, di immigrazione e di giornalismo investigativo. Dal 2018 ha anche l’incarico di responsabile delle inchieste e dei servizi d’approfondimento. Ha un blog sul Fatto on line. Co-fondatore e presidente di ResQ-People Saving People. 

Padre Giulio Albanese è un comboniano, missionario in Uganda dal 1982 al 1986 e in Kenya dal 1994 al 1997 dove dirige il New People Media Center. Dopo un periodo alla Cnn International fonda alla fine del 1997 la Misna, l’agenzia di stampa missionaria online, e la dirige per sette anni. Nel 2003 viene insignito dal presidente Carlo Azeglio Ciampi del titolo di grande ufficiale della Repubblica Italiana. Dal 2007 è direttore, per tredici anni, della rivista Popoli e Missione e dal 2012 è membro del comitato 8‰ della CEI. Oggi è editorialista dell’Osservatore Romano e di Avvenire, direttore della Rivista Amici dei lebbrosi dell’Aifo, collaboratore di Nigrizia e consulente del Bambin Gesù per la sua sezione internazionale

Abstract

.

18 dicembre 2020  – FARSI PROSSIMO PER SERVIRE: UNA LETTURA BIBLICA E SOCIALE DELLE MIGRAZIONI

 

FARSI PROSSIMO PER SERVIRE: UNA LETTURA BIBLICA E SOCIALE DELLE MIGRAZIONI

Il webinar ha lo scopo di immergerci nella storia biblica per cogliere come il cammino congiunto del Dio della vita con l’uomo, dentro la storia di liberazione, passa attraverso diverse narrazioni di spostamenti di popoli, comunità, famiglie e persone verso la terra promessa del sogno di Dio.
Ripercorrendo queste strade e questi itinerari riscopriamo il nostro fondamento di essere viandanti sulla terra in vista della cittadinanza nei cieli (Fil 3,20). Come chiesa siamo invitati allora ad “essere in uscita” come ci vuole papa Francesco per andare incontro agli scartati della storia nelle varie periferie geografiche ed esistenziali. L’obiettivo è quello di costruire insieme a loro la società che include, la fraternità universale, la Casa Comune, che nel Nuovo Testamento viene definito il Regno di Dio, un cielo nuovo e una terra nuova (Ap 21,1), la Gerusalemme nuova (Ap 21,2)

Padre Alessandro (Alex) Zanotelli: missionario comboniano, trentino, originario di Livo (val di Non, provincia di Trento). Inizia giovane il cammino missionario e, dopo la prima professione religiosa, viene mandato a Cincinnati (USA) per lo studio della teologia e vi rimane sino al 1964. Viene ordinato sacerdote nel giugno del 1964. Nel1965 parte per il Sud Sudan dove rimane sino al 1973. Rientra quindi in Italia e nel 1978 assume la direzione di Nigrizia che lascia nel 1987. Ritorna in Kenya, nella baraccopoli di Korogocho sino al 2001. Dal 2001 vive a Napoli nel rione sanità. Autore di numerosi libri (tra i quali ricordiamo le ultime pubblicazioni: “Prima che gridino le pietre. Manifesto contro il nuovo razzismo”), attualmente è direttore responsabile di “Mosaico di Pace” .

Antonietta Potente: Nata in Liguria dove è vissuta per tanti anni a pochi metri dal mare. È il mare una delle sue prime ispirazioni che ama, non per attraversarlo ma per starci dentro. In una prima svolta esistenziale della sua vita decide di cercare un cammino che dia da bere al suo spirito e lo trova nella scia della spiritualità domenicana. Così, fino ad oggi, condivide la sua vita con altre donne che prima e dopo di lei hanno seguito questa stessa spiritualità (Suore Domenicane Unione di San Tommaso D’Aquino). Alla sua ricerca ha contribuito anche il percorso di studio che l’ha portata a conseguire il dottorato in teologia morale. In Italia ha insegnato all’Università Pontificia “Angelicum” e a Firenze nella Facoltà Teologica dell’Italia Centrale. In un successivo salto esistenziale, ha lasciato l’Italia e si è recata in America Latina. Ha vissuto in Bolivia per quasi vent’anni. Quei luoghi sono diventati per lei un’intensa ispirazione. Passata da una periferia del tropico a una valle altiplanica, per vivere ha continuato a insegnare in differenti università e centri di studio di teologia e di filosofia. Insieme al popolo boliviano ha condiviso la cosiddetta “guerra dell’acqua” e accompagnato il sogno politico per un processo di cambiamento, sfociato in seguito, nel governo indigeno del Presidente Evo Morales. Quella terra dice -mi ha insegnato molte cose-. A causa di un ulteriore salto esistenziale, è tornata in Italia, dove risiede tutt’ora. Oggi vive a Torino con altre compagne di cammino. Vivendo la quotidianità più assoluta, pensa e scrive. Le sue ultime pubblicazioni sono: “il nocciolo e la scorza…la realtà e il suo senso” pubbliucato dalle edizioni Paoline e “sapienza sovversiva” pubblicato dalla casa editrice Piagge

8 Gennaio 2021 – RICONCILIARSI PER ASCOLTARE: IL MONDO DELLA TRATTA.

 

RICONCILIARSI PER ASCOLTARE: IL MONDO DELLA TRATTA.

Questo quarto incontro abbraccia la terza coppia di verbi di Papa Francesco relative ai migranti: dopo il Conoscere per Comprendere e il Farsi Prossimo per Servire ascolteremo il Riconciliarsi per Ascoltare concentrandoci sul fenomeno della tratta di esseri umani. Un dramma sociale che provoca le nostre coscienze e mette a nudo la complicità di tante persone coinvolte in questa rete clientelare e malavitosa in Italia e a livello internazionale. Ci immergeremo nella realtà del traffico di persone migranti oggetto di compravendita, non solo donne, per comprenderne le cause, i risvolti, le dinamiche e l’impegno della rete Thalita Kum che lotta contro questo fenomeno per restituire dignità alle persone sfruttate nel corpo e per liberarle da questa forma tremenda di schiavitù. Avremo la possibilità di vedere un video testimonianza per ascoltare la voce di una vittima.

Con Gabriella Bottani, missionaria comboniana coordinatrice della rete Talitha KumStefano Volpicelli formatore delle reti Talitha Kum nel mondo e una testimone.

22 Gennaio 2021 –
CRESCERE PER CONDIVIDERE: INSIEME PER VINCERE CAPORALATO E SFRUTTAMENTO IN AGRICOLTURA

 

CRESCERE PER CONDIVIDERE: INSIEME PER VINCERE CAPORALATO E SFRUTTAMENTO IN AGRICOLTURA

con Marco Omizzolo, sociologo Eurispes e presidente di Tempi Moderni e Balbir Singh, bracciante indiano dell’Agro Pontino.

Modera: padre Daniele Moschetti, missionario comboniano

Il webinar fa parte del percorso di incontri quindicinali promosso dal Cantiere Casa Comune per approfondire la realtà delle migrazioni con vari esperti/e, testimoni e attivisti/e a partire dagli spunti di Papa Francesco.

Questo quinto incontro abbraccia la quarta coppia di verbi di Papa Francesco relative ai migranti: dopo il Conoscere per Comprendere, il Farsi Prossimo per Servire, il Riconciliarsi per Ascoltare, ascolteremo il Crescere per Condividere concentrandoci sul fenomeno del caporalato e dello sfruttamento dei lavoratori immigrati nelle campagne italiane. Circa 180.000 lavoratori provenienti dai diversi continenti sono costretti in Italia a lavori sottopagati nel campo agricolo, resi schiavi e abbandonati in condizioni abitative e sanitarie inumane. Ad attrarli come braccianti nei campi italiani una fitta rete di sfruttatori, mafie di varie provenienze e collusioni con autorità e imprenditori locali. Il tutto mentre il Covid ci fa ripiegare nelle nostre case serviti e riveriti dai rider che portano sulle nostre tavole calde quegli alimenti preparati anche dal lavoro schiavo nelle campagne.

Con noi la voce di un esperto che rischia la vita accanto ai braccianti per liberarne la dignità e quella di un testimone vittima di questo sistema criminale.

Bibliografia: "Agromafia"

Bibliografia e Link utili

  • “Crescere per condividere” – Fratelli e sorelle e non schiavi
    di Marco Omizzolo con padre Daniele
  • Per sostenere i progetto di Tempi Moderni “Dignità-Joban Singh”:
    https://www.produzionidalbasso.com/project/progetto-tempi-moderni-dignita-joban-singh-controogni-
    sfruttamento-e-discriminazione/
  • Marco Omizzolo, Sotto padrone, Feltrinelli, 2019.
  • Emilio Drudi, Fuga per la vita, Tempi Moderni, Simple ed., 2018.
  • Marco Omizzolo, Essere migranti in Italia, Meltemi, 2019.
  • Aa.Vv., Sahel in movimento, L’Harmattan Italia, 2014.
  • Aa.Vv., Migranti e diritti, Tempi Moderni, Simple ed., 2017.

 

  • www.tempi-moderni.net
  • www.inmigrazione.it
  • www.asaiafrica.it
  • www.ispi.it
  • www.idos.it
  • www.amnesty.it
  • www.leurispes.it

 

  • Equal: https://www.dirittoantidiscriminatorio.it/deumanizzazione-e-sistema-padronale-delleagromafie-
    in-italia/
  • Asai: https://www.asaiafrica.org/blacklivesmatter-italia-asai/capitale-terra-lavoro-e-confini-razziali/
  • L’Eurispes: https://www.leurispes.it/abuso-sessuale-e-sfruttamento-del-lavoro-ecco-cose-il-reato-ditratta/
  • L’Eurispes: https://www.leurispes.it/cosi-la-fortezza-europa-avalla-i-respingimenti-in-mare/
  • Tempi Moderni: http://www.tempi-moderni.net/2018/09/24/caporalato-e-welfare-adagio-con-motoverso-
    labbattimento-del-benessere-sociale/
  • Tempi Moderni: http://www.tempi-moderni.net/2019/10/30/mille-giorni-contro-il-caporalato-civuole-
    coraggio/

 

  • https://www.youtube.com/watch?v=0NkKgyf98BQ&t=3s
  • https://www.youtube.com/watch?v=pep7IgCsRNs&list=PL0LGIcCpO8ERveFE3Kd0HAGoG6HQhhwjS&index=7
  • https://www.youtube.com/watch?v=r4w2wEqAJ9M
  • https://www.youtube.com/watch?v=9gWfUmjy03g
  • https://www.youtube.com/watch?v=jTBQrTe7l88&list=PL0LGIcCpO8ERveFE3Kd0HAGoG6HQhhwjS&index=4
15 Febbraio 2021 –
COINVOLGERE PER PROMUOVERE: IL SOGNO DI UNA COMUNITÀ MULTIETNICA – RIACE

 

COINVOLGERE PER PROMUOVERE: IL SOGNO DI UNA COMUNITÀ MULTIETNICA – RIACE

con Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace, un membro della comunità e Alex Zanotelli, missionario comboniano

Modera: Chiara Marchetti, Ciac (Centro Immigrazione Asilo Cooperazione internazionale)

Il webinar fa parte del percorso di incontri quindicinali promosso dal Cantiere Casa Comune per approfondire la realtà delle migrazioni con vari esperti/e, testimoni e attivisti/e a partire dagli spunti di Papa Francesco.

Questo sesto incontro abbraccia la quinta coppia di verbi di Papa Francesco relative ai migranti: dopo il Conoscere per Comprendere, il Farsi Prossimo per Servire, il Riconciliarsi per Ascoltare, il Crescere per Condividere ascolteremo il Coinvolgere per promuovere focalizzandoci sul sogno della costruzione di una società multietnica a partire dall’esperienza di Riace. Una perla nella storia italiana della convivialità delle differenze a partire da una convivenza di persone e famiglie di etnie, culture e religioni diverse smantellata pochi anni fa dal vento del razzismo e della chiusura verso i migranti che ha penetrato istituzioni e società. Riace è ancora oggi una comunità di resistenza che prova, tra mille difficoltà, a tenere alto il sogno interculturale e rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per chi intravede in questa esperienza l’embrione di una umanità nuova e sempre più urgente da costruire.

Dal campo la voce dei testimoni di questo sogno.

19 Febbraio 2021 – FINO A QUANDO CI TAGLIATE FUORI? IL LUNGO CAMMINO VERSO LA CITTADINANZA
COINVOLGERE PER PROMUOVERE: IL SOGNO DI UNA COMUNITÀ MULTIETNICA – RIACE

con Amin Nour (NIBI: Negri Italiani – Black Italians) e  Sonny Olumati (Movimento #ItalianiSenzaCittadinanza).

moderano: Veronica Atitsogbe dell’associazione Afroveronesi e padre Filippo Ivardi direttore editoriale di Nigrizia

Questo settimo incontro abbraccia la quinta coppia di verbi di Papa Francesco relative ai migranti: dopo il Conoscere per Comprendere, il Farsi Prossimo per Servire, il Riconciliarsi per Ascoltare, il Crescere per Condividere ascolteremo il Coinvolgere per promuovere focalizzandoci sul lungo cammino per il diritto alla cittadinanza italiana di oltre 800.000 giovani delle nuove generazioni che lottano per un sogno di giustizia. Moltissimi tra loro studiano e lavorano svolgendo servizi fondamentali per la crescita umana, culturale, economica e spirituale dell’Italia. Al loro fianco tante associazioni e gruppi della società civile che guardano al volto interculturale del paese come un’opportunità per promuovere la convivialità delle differenze. Fare causa comune con i fratelli e sorelle figli e figlie di immigrati è anche coinvolgerci con le loro lotte per la costruzione di un’Italia inclusiva, accogliente e multiculturale

 

5 marzo 2021 – 20:30
COLLABORARE PER COSTRUIRE:
LE CAMPAGNE SI INCONTRANO:

La Famiglia Comboniana presenta l’ottavo webinar del Cantiere Casa Comune: Le campagne si incontrano: Io accolgo, Ero Straniero, LasciateCIEntrare, Forum per cambiare l’ordine delle cose, con i rappresentanti delle campagne

Modera: Cristina Molfetta, Fondazione Migrantes

Il webinar fa parte del percorso di incontri quindicinali promosso dal Cantiere Casa Comune per approfondire la realtà delle migrazioni con vari esperti/e, testimoni e attivisti/e a partire dagli spunti di Papa Francesco.

Questo ottavo e ultimo webinar abbraccia la sesta coppia di verbi di Papa Francesco relative ai migranti: dopo il Conoscere per Comprendere, il Farsi Prossimo per Servire, il Riconciliarsi per Ascoltare, il Crescere per Condividere, il Coinvolgere per promuovere ascolteremo il Collaborare per Costruire focalizzandoci sulla presentazione di campagne significative per il riscatto dei migranti e delle possibili sinergie tra loro per intraprendere un impegno comune. Il Cantiere Casa Comune, giunto alla fine della prima fase del percorso di analisi dei fenomeni legati al mondo dell’immigrazione e l’ascolto di alcuni testimoni, si orienta a fare rete con chi già sta lavorando dal basso per continuare insieme il cammino di costruzione di una società inclusiva, aperta, giusta e accogliente. Casa Comune per tutti e tutte.